MERCOLEDÌ 01 DICEMBRE 2021




Il fatto

Scafati, zio e nipote travolti da scooter: in rianimazione quarantenne

Si aggrava la vittima dell'incidente di domenica sera

di Redazione
Scafati, zio e nipote travolti da scooter: in rianimazione quarantenne

Ha afferrato il nipote salvandogli la vita. Il bimbo di cinque anni investito da uno scooter migliora, lui da oggi è in Rianimazione. Tutta Scafati segue con trepidazione l'evolversi delle condizioni di salute del bimbo di cinque anni, ricoverato al Santobono, e dello zio che era con lui. Entrambi erano stati travolti da uno scooter domenica sera. L'uomo ora rischia la vita. "Purtroppo si è aggravato ed è stato trasportato in rianimazione. Il nostro eroe sta lottando tra la vita e la morte. Vi prego fate una preghiera anche per lui, il Signore ci ha già ascoltato una volta. È un eroe merita di vivere. Se non fosse stato per lui mio nipote non ce l'avrebbe fatta" spiega una familiare che sta di volta in volta informando tutti della situazione della coppia. "I bambini hanno bisogno del loro supereroe preferito aiutateci con le preghiere a salvarlo" continua sui social la zia del bimbo. Lo zio avrebbe preso il nipote per evitare che venisse travolto, ma sono stati entrambi investiti da uno scooter. Si parte da questa ricostruzione, confermata dai feriti, che ha portato al ricovero in ospedale di tre persone: un bambino di 5 anni, lo zio di 40 e il conducente dello scooter, un ragazzo di 16 anni. Il piccolo è nell'ospedale Santobono di Napoli, in prognosi riservata. Lo zio e il ragazzo alla guida dello scooter, un Honda Sh, sono stati entrambi trasportati al Martiri del Villa Malta di Sarno. Il 40enne ha riportato fratture multiple a femore, tibia e perone; è stato sottoposto ad un primo intervento chirurgico già lunedì per una frattura scomposta alla gamba destra, ieri è stato operato nuovamente, al femore. Ma poi in giornata le sue condizioni sono drammaticamente peggiorate ed è stato trasferito in Rianimazione. Il ragazzo è in osservazione, nell'impatto ha riportato un grave trauma toracico. Ora a preoccupare di più è lo zio. "Pregate per lui" dicono sui social.

06-07-2021 23:43:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA