MERCOLEDÌ 01 DICEMBRE 2021




Il fatto

Sequenza della follia, otto sparatorie in due giorni. Giovane ferisce una ragazza e un pensionato: arrestato

Luca Criscuolo, 27 anni, ha confessato dopo essere stato bloccato a Nocera

di Redazione
Sequenza della follia, otto sparatorie in due giorni. Giovane ferisce una ragazza e un pensionato: arrestato

Prende la pistola del fratello e spara ovunque. Ferisce una ragazza e un pensionato, seminando il panico in quattro città. Da solo sparando all'impazzata, ha danneggiato auto, insegne e vetrine di negozi. Ma soprattutto prima di essere preso ha ferito una ragazza di 21 anni, a Cava de’ Tirreni, lo scorso lunedì. E un pensionato di 66 anni, ad entrambe le gambe, a Nocera Inferiore. Fino a ieri sera, quando poco dopo le 20 e al termine di una lunga caccia all’uomo, è stato arrestato dalla polizia.
Luca Criscuolo di 27 anni ha confessato di essere l'autore di otto sparatorie tra Cava de’ Tirreni, Nocera Inferiore, Pagani e Sarno. La sequenza di follia, che neanche la sua famiglia riesce a spiegarsi, sarebbe esplosa lunedì scorso. A bordo di una Fiat grigia, si sarebbe prima diretto a Cava, sparando all’indirizzo di un bar in piazza Abbro e ferendo gravemente una ragazza di 21 anni. Martedì mattina invece, a Nocera Inferiore, intorno alle 11, è ritornato alla carica esplodendo tre proiettili contro il negozio parrucchiere. Poi ieri un'altra vittima. Di mattina si sarebbe diretto prima a Sarno, poi a Pagani e infine di nuovo a Nocera Inferiore, sparando diverse volte contro persone e attività commerciali.  Poi di nuovo in serata danneggiando l’insegna dell’attività commerciale e una Vespa parcheggiata nelle prossimità. Tra i due episodi, il 27enne avrebbe avuto il tempo di tornare indietro, a Pagani, sparando due volte su di una Smart parcheggiata in via De Gasperi. Questo, dopo le 14 di ieri. 
Dopo essere tornato da Sarno, il 27enne si è ritrovato a Nocera Inferiore sparando anche stavolta verso alcune persone sedute ai tavoli di un bar. Colpito un pensionato di 66 anni, L.M., ferito ad entrambe le gambe ma non in pericolo di vita. Il giovane si sarebbe poi diretto in via Marconi, danneggiando a colpi d’arma da fuoco un negozio d’abbigliamento, infine al rione Vescovado e in via Ventra, seminando il panico. Poi l’arresto, con la città di Nocera Inferiore chiusa dai posti di blocco di polizia e carabinieri.

24-05-2018 17:27:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA