MERCOLEDÌ 29 GIUGNO 2022




Il fatto

Sfigurata dal marito, Papa Francesco scrive a Filomena: "Le chiedo scusa e prego per lei"

Alla Rai la storia della donna di Salerno colpita al viso dell'acido

di Redazione
Sfigurata dal marito, Papa Francesco scrive a Filomena:

"Le chiedo scusa" comincia così la lettera che Papa Francesco ha scritto a Filomena Lamberti. Sono passati sei anni da quando un gesto del marito violento l'ha resa irriconoscibile e stava per toglierle la vita. La donna che è stata sfigurata con l'acido ha letto oggi una lettera inviatale l'11 giugno dal Pontefice. La donna, vittima del marito, ha reso pubblico il testo durante la trasmissione di Rai Uno "A Sua Immagine", dedicata oggi alla Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne. "Le chiedo scusa e prego per lei affinché il coraggio che le ha ridonato singolare bellezza diventi uno schiaffo all'indifferenza" è il messaggio del Papa. Filomena dinanzi alle telecamere della Rai ha raccontato in diretta la su terribile storia. Un inferno durato 35 anni a causa dell'ossessione del marito Vittorio. Una situazione precipitata sei anni fa, quando il marito la sfregia con l'acido riducendola in fin di vita. Epilogo di un rapporto fatto di torture, il marito la tormentava per la gelosia e la volontà di controllare la vita della moglie in ogni momento. Botte e violenza costituivano la normalità. Al punto che anche il figlio maggiore dà uno schiaffo alla fidanzata, che Filomena comprende che la sua situazione non è più tollerabile. Allora chiede la separazione. Dopo aver scoperto dell'acido in un borsello, corre dai Carabinieri ma non riceve alcun aiuto: le viene soltanto suggerito di far esaminare la sostanza a proprie spese. La tragedia culmina la notte del 28 aprile di sei anni fa, quando proprio quel liquido le viene gettato in faccia dal marito mentre lei è a letto. E' uno dei tre figli a soccorrere Filomena e a condurla in ospedale, in condizioni gravissime. Vittorio viene arrestato, mentre la donna lotta a lungo per sopravvivere e riesce a fatica a superare le gravi lesioni riportate. Processato per direttissima, Vittorio patteggia una pena a 18 mesi per maltrattamenti in famiglia, ma in carcere resta solo un anno.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

25-11-2018 18:09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA