DOMENICA 23 GENNAIO 2022




Il fatto

Sonia uccisa dall'ex, Salvatore Carfora confessa il piano per ammazzarla

Il trentanovenne di Torre Annunziata risponde alle domande sul delitto

di Redazione
Sonia uccisa dall'ex, Salvatore Carfora confessa il piano per ammazzarla

E' andato da lei per ucciderla. Armato di coltello, voleva ammazzare Sonia ormai uscita dalla sua vita. Ha confessato davanti al gip Salvatore Carfora, il 39enne di Torre Annunziata fermato per avere ucciso a coltellate domenica scorsa Sonia Di Maggio, la sua ex fidanzata dopo averla sorpresa per strada col suo nuovo compagno a Minervino di Lecce, dove si era trasferita da un mese. Durante l'udienza di convalida del fermo, svoltasi nella casa circondariale di Lecce, dove è detenuto con l'accusa di omicidio aggravato dalla premeditazione e stalking, Carfora ha risposto a tutte le domande che il gip Giulia Proto gli ha posto, fornendo tempi, motivazioni e modalità del delitto. Intanto, ieri, è stato ritrovato anche il coltello usato per massacrarla. In queste ore è attesa la notifica del gip sulla convalida del fermo. Nel pomeriggio a Specchia Gallone, la frazione di Minervino dove è stata uccisa la donna, si è tenuto un momento di raccoglimento organizzato in forma spontanea dalla popolazione.

06-02-2021 18:27:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA