VENERDÌ 03 FEBBRAIO 2023




La spy story

Spia russa infiltrata nel comando Nato di Napoli

Maria Adela Kuhfeldt Rivera scoperta grazie ad un'inchiesta del quotidiano Repubblica

di Red
Spia russa infiltrata nel comando Nato di Napoli

Un'inchiesta condotta per dieci mesi dal quotidiano Repubblica insieme al sito investigativo Bellingcat, al settimanale tedesco Der Spiegel e a The Insider ha ricostruito la missione segreta di quella che viene definita
"la protagonista della più clamorosa operazione d'intelligence" realizzata dalla Russia in Italia.

Lo riportano oggi i siti online degli autori dell'indagine.
   
Si tratta della trentenne Maria Adela Kuhfeldt Rivera, nata in Perù da padre tedesco e inseritasi nei circoli mondani di Napoli per riuscire poi a infiltrarsi tra il personale della base Nato e della VI Flotta statunitense.

"La traccia principale che la collega ai servizi segreti di Mosca - spiega Repubblica - è il passaporto russo usato per entrare in Italia: appartiene alla stessa serie speciale utilizzata dagli 007 del Gru, l'intelligence militare agli ordini del Cremlino".
  
"La nostra inchiesta - afferma il quotidiano - non è riuscita a ricostruire quali informazioni siano state ottenute dalla spia, né se sia stata capace di seminare virus informatici nei telefoni e nei computer dei suoi amici. E' però entrata in contatto con figure chiave della Nato e della Marina statunitense: nessun agente russo era mai riuscito a penetrare così in profondità il vertice dell'Alleanza atlantica". 
 


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

26-08-2022 09:56:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA