DOMENICA 24 OTTOBRE 2021




La dichiarazione

Stop agli abbattimenti delle case abusive con una nuova legge, il senatore Falanga: "Se non passa mi dimetto, meglio tornare a fare l'avvocato"

Il centrodestra riprova a bloccare le demolizioni, intanto le Procure vanno avanti con le ruspe

di Redazione
Stop agli abbattimenti delle case abusive con una nuova legge, il senatore Falanga:

Non è la prima volta che il centrodestra prova a bloccare gli abbattimenti di case abusive con una legge. Ma ogni volta le proposte a firma del parlamentare Carlo Sarri sono state sempre bocciate. E ora che le Procure in provincia di Napoli hanno riacceso i motori delle ruspe per fare ripartire le demolizioni, a riprovarci è il senatore di Torre Annunziata Ciro Falanga. "La mia è una legge di giustizia. Se non passa mi dimetto da senatore: non per un atto di protesta, ma perchè se da campano non riesco a rispettare i proprietari di immobili della mia regione, a palazzo Madama che ci sto a fare? Meglio tornare a fare l'avvocato...". Così spiega la sua decisione il senatore verdiniano primo firmatario a Palazzo Madama del disegno di legge sulle demolizioni.
Falanga difende il merito ed il metodo del suo testo, che "serve a fare giustizia, visto che solo la Campania con Bassolino decise di non applicare nella regione che governava una normativa nazionale del 2004, determinando una discriminazione giuridica inaccettabile tra i cittadini del Paese. Punta il dito sull'"ordine cronologico" delle demolizioni stabilite finora da alcune procure, "senza uniformità nè giustizia sociale". E infine sottolinea la necessità di difendere "la buona fede di chi, in base ad una legge fatta per fare un favore ai notai, comprava bene un immobile a condizione che avesse presentato la domanda di condono e pagate le prime due rate ed ora si trova le ruspe davanti casa".
"Serve giustizia. Questa legge rende giustizia. E se non passa, lascio il Senato", conclude. 

14-05-2017 15:49:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA