LUNEDÌ 17 GENNAIO 2022




La novità

Super Green pass obbligatorio, senza niente palestra e bar

L'entrata in vigore dal 10 gennaio

di Redazione
Super Green pass obbligatorio, senza niente palestra e bar

Il 10 gennaio scatterà anche l'obbligo di avere il Green Pass rafforzato per entrare nei musei e luoghi di cultura, palestre, piscine e sport di squadra, centri benessere, terme, parchi tematici e di divertimento, centri culturali, ricreativi e sociali, sale gioco bingo, scommesse, casino. Nei bar e nei ristoranti, nelle enoteche, nei pub e nei locali, sarà necessario esibire il Super Green Pass, ovvero quello che si ottiene con la vaccinazione o dopo la guarigione dal Covid-19, anche per consumare al banco, se questo è al chiuso. La regola era già in vigore dal 6 dicembre per pranzare, cenare o fare colazione seduti tra i tavolini al chiuso, mentre al bancone e all’aperto era possibile consumare cibi e bevande anche con il solo tampone antigenico o molecolare negativo effettuato massimo 48 o 72 ore prima del pasto. "Dal 10 gennaio 2022 e fino alla cessazione dello stato di emergenza - si legge nel decreto legge -  l'accesso ai servizi e alle attività di cui all'articolo 9-bis, è  consentito esclusivamente ai soggetti" vaccinati o guariti. Il super green pass si ottiene solo con il vaccino o con la guarigione dal covid. Chi ha già un green pass ottenuto per queste due ragioni può stare tranquillo perché il QR code, ovvero il codice a barre bidimensionale resta lo stesso. Escluso, invece, il via libera ottenuto con il tampone. Un ulteriore provvedimento pubblicato in Gazzetta prevede che siano a carico dei viaggiatori che arrivano in Italia le spese relative all'isolamento fiduciario, in caso di positività al test molecolare o antigenico del Covid. Il pagamento a carico dei viaggiatori non era inserito nella bozza entrata in Consiglio dei ministri. La misura si applica per un "periodo di dieci giorni" e "ove necessario presso i Covid Hotel, previa comunicazione al Dipartimento di prevenzione  dell'azienda sanitaria competente per territorio in modo da garantire la sorveglianza sanitaria per tutto il periodo necessario", è scritto nel decreto.

25-12-2021 20:18:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA