DOMENICA 05 DICEMBRE 2021




Il fatto

Tentò di uccidere l'ex moglie a Nocera, dopo un mese si costituisce a Mantova

Non voleva accettare la fine del matrimonio, la picchiò vicino casa

di Redazione
Tentò di uccidere l'ex moglie a Nocera, dopo un mese si costituisce a Mantova

Le aveva rotto la testa, colpito il volto e poi era fuggito. Lei non voleva più saperne di un matrimonio già finito, lui ha fatto esplodere la sua rabbia. Per più di un mese aveva fatto perdere le sue tracce, lasciando Nocera Inferiore con l’accusa di avere tentato di uccidere l’ex moglie. L' uomo, un quarantenne di Nocera stamattina, accompagnato dal proprio legale, si è costituito in un ufficio della Polizia di Mantova. I chilometri non sono bastati, l’uomo non ha retto ad una vita da latitante.
Il quarantenne lo scorso 5 febbraio aggredì e malmenò l'ex moglie vicino a casa della donna in una delle strade principali della città.
La donna, trasportata in ospedale da un'ambulanza del 118 subì un trauma cranico con ematoma alla regione occipitale e numerose escoriazioni al volto, e fu giudicata guaribile dai medici del pronto soccorso in dieci giorni. Dopo le indagini del locale commissariato di Polizia il gip del tribunale di Nocera Inferiore ha emesso, su richiesta della locale Procura, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. L'uomo si era reso irreperibile ma stamani ha deciso di costituirsi. 

08-03-2016 19:05:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA