SABATO 16 OTTOBRE 2021




Il fatto

Terrore a Pompei, tre raid in una notte. Famiglia sequestrata in casa per svaligiare tabaccheria

Colpiti anche due bar del centro e un commerciante su Fb scrive al rapinatore: "A noi tornerà il sorriso, a te no"

di Redazione
Terrore a Pompei, tre raid in una notte. Famiglia sequestrata in casa per svaligiare tabaccheria

Notte di terrore a Pompei. Una famiglia sequestrata in casa per svaligiare la tabaccheria vicina all'abitazione. Portati via denaro, sigarette e Gratta e Vinci, per un bottino complessivo di 100mila euro. Nella stessa notte altri due raid in bar del centro. Secondo gli inquirenti in azione due bande differenti. Il caso più inquietante riguarda il sequestro di un tabaccaio e della sua famiglia in casa per poi svaligiare la tabaccheria sotto l’appartamento. I ladri sono entrati dalla finestra interna al giardino e hanno chiuso a chiave la porta d'ingresso per essere sicuri che le vittime non uscissero. Mentre per quanto riguarda gli altri due bar derubati, a via Roma e Piazza Vittorio Veneto, i ladri si sono introdotti nelle attività scassinando la porta principale d’ingresso, per poi portare via il bottino. In corso le indagini, anche se sono poche le immagini in possesso degli investigatori, utili a dare un’identità alle bande di malviventi, in quanto in tutti e tre i punti in cui si sono verificati i furti non ci sono telecamere puntate in maniera diretta sulle attività. Una delle vittime davanti alla scena del suo bar devastato scrive direttamente al rapinatore: "Stasera resteremo chiusi. Non perché ci hanno derubato alle 4 di stamattina a locale chiuso, ma per l'angoscia che questo gesto ci ha provocato. E mi piace pensare che tu stia leggendo in questo momento per poterti dire che hai portato via solo per oggi qualcosa che va al di là del materiale. Domani il locale riaprirà con il sorriso, quello che a te mancherà per un po'".

07-02-2019 11:50:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA