LUNEDÌ 29 NOVEMBRE 2021




Il retroscena

The Jackal al Giffoni, del film si conosce solo il trailer: "E' una bella storia"

Il gruppo di videomaker spiegano: "Non è uno sketch dilatato"

di Redazione
The Jackal al Giffoni, del film si conosce solo il trailer:

Hanno cercato di dire il meno possibile. Il loro primo lungometraggio, la commedia sci-fi Addio fottuti musi verdi, in uscita a ottobre con 01 Distribution, ''non è uno sketch dilatato, ne' la versione più lunga di un video sul web ma una bella storia in cui abbiamo messo tutto l'impegno. Ora dipende da voi, se andrà bene''. Lo dice il regista Francesco Ebbasta, all'anagrafe Francesco Capaldo, che oggi con i compagni di avventura, del gruppo di videomaker italiani star del web, The Jackal (uno dei loro ultimi grandi successi virali è Gli effetti di Despacito sulla gente che a un mese dalla pubblicazione su FB ha totalizzato più di 16.500.000 di visualizzazioni), è stato protagonista di un incontro con i ragazzi al Giffoni Film Festival.
Del film è stato mostrato il trailer, dove li vediamo in lotta contro gli alieni ma il gruppo (c'erano anche Ciro Capriello, Fabio Balsamo, Simone Ruzzo e Alfredo Felaco, insieme a Beatrice Arnera, new entry femminile per il lungometraggio) ha dato meno dettagli possibile su trama e personaggi, probabilmente per non rovinare la sorpresa: ''Capita che l'ispirazione per i nostri video venga da cose successe ai nostri amici. Si parte da un evento come Ciro che magari inciampa e noi iniziamo a immaginarci cosa succederebbe se prendesse fuoco. Ecco, nel film abbiamo girato quello che ci immaginavamo, partendo da una cosa successa a una persona a noi vicina''.
Felaco si è soffermato invece sul senso delle loro video che scherzano su Gomorra: ''Fare una parodia sui comportamenti dei camorristi, considerati 'fighi' da alcuni è un modo per mostrarne la grettezza''.

17-07-2017 21:55:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA