LUNEDÌ 30 MARZO 2020
Il blitz

"Ti porto trippa buona": scoperto traffico di droga per le piazze di Torre Annunziata e Pompei

Da Napoli il clan "Vanella Grassi" riforniva il vesuviano, inventato un codice per comunicare

di Redazione

"Sigarette americane", sigarette "bianche o verdi" ed anche "trippa buona": questi alcuni degli appellativi che i trafficanti usavano per indicare le varie sostanze stupefacenti importate dall'estero per essere smerciate nella zona di Secondigliano, a Napoli, e sull'isola d'Ischia.
La circostanza è emersa dalle intercettazioni telefoniche e ambientali captate dalla Polizia di Stato durante le indagini che oggi hanno portato all'esecuzione di 17 provvedimenti cautelari nei confronti di altrettanti presunti appartenenti a un gruppo malavitoso ritenuto vicino al clan camorristico di via "Vanella Grassi".
Il gruppo di trafficanti napoletano si occupava di rifornire anche le piazze di spaccio tra Pompei e Torre Annunziata, nel Napoletano, oltre che di tagliare la droga e suddividerla in dosi.
Le indagini della Squadra Mobile di Napoli sono iniziate dopo l'arresto, il 14 ottobre 2011, di tre persone sorprese in un appartamento di Arzano (Napoli) con 6,5 chilogrammi di marijuana. Tra gli acquirenti, che provenivano anche da altre regioni, figura anche il gruppo di Ischia che trasferiva cocaina, hashish e marijuana sull'isola grazie a continui viaggi in traghetto, anche notturni.
Tredici indagati sono stati chiusi in carcere, uno è finito agli arresti domiciliari e per gli ultimi tre è stato deciso l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

29-02-2016 18:21:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA