LUNEDÌ 30 MARZO 2020
Il blitz

Torre Annunziata: 14 arresti per spaccio, detenzioni di armi e di una bomba

Operazione eseguita dai carabinieri, una palestra vicina all'istituto Cesaro era stata trasformata in un deposito

di Redazione
Torre Annunziata: 14 arresti per spaccio, detenzioni di armi e di una bomba

Una palestra abbandonata era stata trasformata in un covo, a pochi passi da una scuola. E’ stato trovato lì vicino all’istituto tecnico Cesaro un ordigno con il telecomando. Una bomba pronta ad esplodere per terrorizzare commercianti e imprenditori. Così come già accaduto quando gli uomini della banda non hanno esitato a incendiare due auto per intimidire le loro vittime tra Torre Annunziata e Torre del Greco. E’ questo uno degli episodi ricostruiti da un’indagine che ha portato questa mattina all’arresto di 12 persone e due divieti di dimora. Sono accusate di spaccio di droga, detenzione di ordigni esplosivi e armi clandestine, incendi, ricettazione e favoreggiamento. Il giorno del ritrovamento, nel novembre del 2015, fu necessario evacuare l'istituto per recuperare la bomba. Gli artificieri decisero di disporre l'interruzione dei collegamenti della ferrovia Circumvesuviana verso Napoli, Sorrento e Poggiomarino. Nella palestra vennero ritrovati anche due scooter rubati.
Nel corso dell'operazione di oggi sono state anche individuate 5 persone coinvolte nelle operazioni di spaccio, erano loro a custodire ben 30 kg di hashish. Durante le indagini i cinque sono finiti agli arresti per detenzione di droga a fini di spaccio e documentate centinaia di episodi di vendita di droga, con il sequestro di 1,6 kg di marijuana e numerose dosi di cocaina. Stupefacenti che da Torre Annunziata alimentavano il mercato illegale di molte piazze di spaccio, come quella a chilometri di distanza di Angri. 

02-02-2017 10:16:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA