GIOVEDÌ 02 DICEMBRE 2021




Il caso

Torre Annunziata, inchiesta sulla processione della Madonna della neve: il parroco invita a non comprare Metropolis

Il sindacato dei giornalisti: "Intervenga il vescovo"

di Redazione
Torre Annunziata, inchiesta sulla processione della Madonna della neve: il parroco invita a non comprare Metropolis

La processione a Torre Annunziata inquinata con strane soste su cui è stata aperta un'inchiesta. Ma il parroco decide di prendersela con il quotidiano che ha denunciato il caso. Il Sindacato unitario giornalisti della Campania interviene nella polemica tra il quotidiano "Metropolis" ed il parroco della Basilica dell' Ave Gratia Plena di Torre Annunziata, che avrebbe annunciato - secondo quanto riferisce "Metropolis" - che inviterà i fedeli a non acquistare più il quotidiano.
La polemica nasce da quanto riportato da "Metropolis" in occasione della processione per la Festa della Madonna della Neve, svoltasi il 22 Ottobre.
"I colleghi - afferma il segretario del Sugc, Claudio Silvestri - hanno raccontato delle 'strane' soste del quadro della Vergine durante la processione. Soste che, però, sono state notate anche dalla polizia e sulle quale adesso è stata aperta un'inchiesta della Procura di Torre Annunziata".
In passato le soste della Statua della Madonna erano avvenute, come forma di omaggio, davanti alle case di soggetti legati alla criminalità organizzata.
In risposta all' articolo di "Metropolis" dal parroco, Mons.
Raffaele Russo, sarebbe giunto l' annuncio di boicottaggio del quotidiano.
Il Sugc invita il Vescovo di Nola, Mons. Francesco Marino, nella cui Diocesi rientra Torre Annunziata, "ad intervenire su un episodio gravissimo e sulle minacce reiterate ai giornalisti da parte del sacerdote, che dovrebbe preoccuparsi di invitare i fedeli a lottare ogni giorno contro la camorra e a posare le pistole invece di chiedere di non comprare i giornali".

24-10-2019 19:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA