MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Il fatto

Torre del Greco, il virus continua a fare vittime: muore a 66 anni

Venti deceduti dall'inizio dell'epidemia

di Redazione
Torre del Greco, il virus continua a fare vittime: muore a 66 anni

Ieri un marittimo di 60 anni, oggi una donna di 66 anni. Non si ferma la catena delle morti a Torre del Greco. Nel giorno in cui la città piange un'altra persona scomparsa, c'è anche un nuovo contagiato. Registrati anche due casi di guarigione. L’ultima vittima è di D.L.A.M. di anni sessantasei. Il bollettino per nulla rassicurante è del Centro Operativo Comunale, sentita l’Unità di Crisi della Protezione Civile Regionale e i responsabili dell’ASL Na3 Sud. Salgono a venti le morti dall’inizio dell'epidemia nella città che ha pagato il prezzo più alto in questa emergenza. Così, il nuovo bollettino della quarantasettesima giornata di attività del C.O.C., in seduta permanente nella Sala Giunta di Palazzo Baronale, è il seguente: totale ospedalizzati: 10; totale in isolamento domiciliare: 15; totale guariti dal Covid: 45; totale decessi: 20; totale esito tamponi odierni: 10 (9 negativi; 1 positivo). Intanto, attesi ancora nel corso delle prossime ore i risultati di tamponi già effettuati e al momento al vaglio delle indagini di laboratorio. «Dobbiamo stare a casa – replica duramente il sindaco, Giovanni Palomba. Lo sto dicendo, ormai, da giorni. Lottiamo contro un male subdolo e silente che non risparmia nessuno e non dà alcuna possibilità di previsione, né di controllo. Quanto più volte temuto, negli ultimi giorni, nonostante il conforto dei numeri oggi è una verità di fatto. Questo momento di transizione verso la cosiddetta fase due, rappresenta il periodo più delicato. A Torre del Greco, infatti, la crisi epidemiologica è ancora in atto e nessun cittadino deve sentirsi autorizzato a dismettere, o peggio, ad ignorare le misure di contenimento e contrasto previste dal Governo centrale. Comprendo gli sforzi e i sacrifici che i torresi stanno facendo da quasi due mesi, ma non dobbiamo rilassarci proprio ora. Condotte imprudenti, rischiano di vanificare il lavoro svolto e di andare a discapito della collettività cittadina. Ora, non è il momento di mollare».
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

21-04-2020 21:42:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA