MARTEDÌ 24 NOVEMBRE 2020




Il fatto

Torroni a casa, il pensiero del sindaco di Lettere a chi è in quarantena

Nino Giordano invia i dolci a chi è in isolamento

di Redazione
Torroni a casa, il pensiero del sindaco di Lettere a chi è in quarantena

Chiusi in casa aspettando che il tampone diventi negativo. Si sono visti arrivare a casa i torroni della tradizione. Un pensiero inviato dal sindaco di Lettere a chi è in quarantena. Lui, che è stato in isolamento fiduciario quando è risultato positivo un agente di polizia municipale a metà ottobre, ha deciso di fare un gesto per chi deve restare a casa. Per il ponte dei defunti ha chiuso il cimitero. Consigliato ai suoi cittadini di non festeggiare a casa dei parenti e vietato le escursioni sui sentieri. Ma poi ecco che dopo la stretta per evitare il dilagare dei contagi, arriva una dolce sorpresa. Un fattorino ha bussato alla porta degli abitanti di Lettere in quarantena. I cittadini costretti a restare bloccati per settimane nella propria abitazione si sono visti recapitare, un piccolo vassoio, con un bigliettino firmato dal sindaco: "Che la festività di Ognissanti ci aiuti a superare questa emergenza sanitaria. Un saluto affettuoso, Nino Giordano".

31-10-2020 23:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA