DOMENICA 05 DICEMBRE 2021




L'inchiesta

Truffa del carburante, tremano in tanti tra Castellammare e Gragnano: frode da 58 milioni di euro

Scattano sequestri nella zona stabiese di case e conti correnti, tra le società coinvolte una di Torre Annunziata: ecco i nomi

di Redazione
Truffa del carburante, tremano in tanti tra Castellammare e Gragnano: frode da 58 milioni di euro

Una truffa con cifre da capogiro. Sette persone sono state arrestate dalla Guardia di finanza di Taranto, in esecuzione di misure cautelari ai domiciliari emesse dal gip del tribunale jonico, nell'ambito di un'inchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica, contro il traffico illecito di prodotti petroliferi. I provvedimenti riguardano sei persone che risiedono nel tarantino e una che vive nell'avellinese. Ma tra gli 89 indagati molti sono della zona stabiese, 48 sono campani. I reati contestati sono quelli di associazione per delinquere finalizzata alla sottrazione di prodotti petroliferi all'accertamento ed al pagamento dell'accisa, truffa e falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico. L'operazione è stata denominata 'Oro blu'.
Sono stati sequestrati anche beni e prodotti per un valore di 58 milioni di euro. Le Fiamme Gialle e l'Ufficio delle Dogane di Taranto hanno accertato l'operatività di una consolidata organizzazione criminale, la quale acquisiva la disponibilità di ingenti quantitativi di gasolio agricolo, proveniente da vari depositi in Campania, ma anche nel Lazio, utilizzando falsa documentazione dalla quale risultava che il prodotto era destinato a soggetti legittimati a riceverlo. In realtà, il prodotto, complessivamente 81 milioni e 500 mila litri, finiva sul 'mercato nero' alimentato dalla incessante domanda di gasolio che i vertici dell'associazione ricevevano da un consistente bacino di clienti. Tra le società coinvolte anche una di Torre Annunziata: la Pisafuel. In molti a tremare nella zona stabiese. Tra i beni sequestrati a scopo preventivo 25 camion, 16 rimorchi, conti correnti, auto e case a piccoli imprenditori tra Castellammare e Torre del Greco.

Ecco i nomi della zona stabiese e torrese:

Antonio Coticelli 45 anni Gragnano, Giuseppe Coticelli 44 anni Gragnano, Antonino dello Ioio 56 anni Gragnano, Vincenzo Roberto 58 anni Castellammare, Matteo Civale 27 anni Torre Annunziata, Emilio Visiello 47 anni Boscoreale, Giuseppe Alfano 52 anni Sant'Antonio Abate, Michele Imbimbo 29 anni Torre del Greco, Massimo Tonini 51 anni Torre del Greco, Mario Russomanno 65 anni Trecase, Felice Mattielli 41 anni Portici, Ciro Cascone 45 anni Ercolano, Pietro Montano 45 anni Portici 

24-10-2018 18:19:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA