MERCOLEDÌ 19 GENNAIO 2022




il parere

Turismo, gli stipendi medi dei lavoratori stagionali

I dati raccolti dalla piattaforma Applavoro sulla base dei quanto indicato dai lavoratori

di Red
Turismo, gli stipendi medi dei lavoratori stagionali

Quanto guadagna un cameriere a Rimini? E un cuoco a Porto Cervo? E un addetto all’accoglienza a Capri?

La piattaforma Applavoro.it, che punta al merito dei lavoratori e mette in contatto aziende e candidati, ha analizzato gli  stipendi percepiti dai lavoratori e indicati da loro stessi nell’inserimento delle varie esperienze di lavoro passate. 

Per la paga mensile media nazionale si va dai 1.149 euro di un cameriere ai 1.402 euro di un cuoco e ai 1.198 euro di un receptionist.

Secondo il fondatore di Applavoro.it Marco Contemi  il mondo del lavoro sta vivendo un periodo molto intenso grazie all’enorme quantità di offerte pubblicate delle aziende in tutta Italia e in particolare nelle principali zone turistiche. 
Contemi ritiene che le istituzioni debbano intervenire e farlo molto rapidamente. Non è accettabile a suo parere che una buona parte della popolazione senza occupazione stia ricevendo dei sussidi di emergenza, mentre ci sono migliaia e migliaia di aziende che offrono posizioni lavorative senza ricevere candidature. 

Bisognerebbe verificare che le imprese offrano contratti a norma, con retribuzioni adeguate ed i Centri per l’impiego dovrebbero individuare i profili idonei a svolgere le mansioni ricercate e spronarli a proporsi per ricoprire le posizioni aperte.

Nel momento in cui il disoccupato si trovi a rifiutare una posizione lavorativa valida e regolare, attinente alle sue esperienze e/o qualifiche, lo Stato dovrebbe intervenire sospendendo l’erogazione dei sussidi, così come avviene in moltissimi Paesi europei, viceversa si rischia di compromettere la stagione turistica in Italia, stavolta non per colpa dell’emergenza Covid, ma per questo gap che si sta formando tra lavoratori disoccupati, ma non disponibili, e aziende che necessitano di forza lavoro stagionale.

Questo rischia di compromettere soprattutto la qualità dei servizi offerti, in un delicato momento di ripartenza del turismo dove invece bisogna trasmettere sicurezza ed eccellenza, per riacquistare la fiducia dei turisti internazionali e nazionali, sui quali si regge l'economia della maggior parte delle aree turistiche italiane.  

Qui di seguito gli stipendi medi nazionali per le principali professioni turistiche e stagionali:

Medie stipendi nazionali dichiarati dai lavoratori:

Barista € 1.259
Cameriere € 1.149
Chef / cuoco € 1.402
Lavapiatti € 1.000
Pasticcere € 1.216
Pizzaiolo € 1.534
Animatore € 701
Cameriera ai piani € 1.047
Navettista € 1.194
Portiere € 1.085
Receptionist € 1.198
Estetista € 793

In media le donne dichiarano di ricevere  una paga inferiore rispetto agli uomini del -  23,54%

La piattaforma ha esaminato nello specifico tre professioni, tra le più ricercate a livello stagionale, per evidenziare se ci sono differenze sostanziali di retribuzione tra le principali località turistiche italiane.  

Questi i dati: 

Cameriere: 

Rimini € 1.440
Porto Cervo € 1.560
Capri € 1.733
Roma € 1.147
Firenze € 1.300
Venezia € 1.516
Napoli € 1.032
Tropea € 1.149
Gallipoli € 1.300
Taormina € 992
Santa Margherita Ligure € 1.162
Forte dei Marmi € 1.450

Chef / cuoco:

Rimini € 2.098
Porto Cervo € 1992
Capri € 2.080
Roma € 1.562
Firenze € 1.305
Venezia € 1.604
Napoli € 1.292
Tropea € 1402
Santa Margherita Ligure € 1.250
Forte dei Marmi € 1.860

Receptionist:

Rimini € 1.371
Porto Cervo € 1.316
Capri € 1.233
Roma € 1.202
Firenze € 1.018
Venezia € 1.400
Napoli € 980
Gallipoli € 1.198

                                                    

11-06-2021 16:55:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA