SABATO 23 OTTOBRE 2021




Il fatto

Turista morto in Cilento, sistema salvavita al 118 per le chiamate d'aiuto

Il deputato Alessandro Amitrano: 'Manca sistema di geolocalizzazione'

di Redazione
Turista morto in Cilento, sistema salvavita al 118 per le chiamate d'aiuto

Serve un sistema "salvavita". "La geolocalizzazione del chiamante in caso di emergenza sanitaria è uno strumento di fondamentale importanza perché consente l'attivazione in breve tempo dell'intervento di soccorso da parte delle Centrali operative dei sistemi di 118 nazionali. Purtroppo l'introduzione del Numero unico di emergenza 112 non ha favorito la diffusione di questo sistema, e nel nostro Paese manca altresì il sistema tecnologico Advanced Mobile location (AML) che consente ad uno smartphone di richiedere immediato soccorso attraverso l'invio di un sms al 112 che comunica le coordinate GPS relative alla posizione in cui si trova la persona che necessita soccorso, anche nel caso di mancanza di collegamento alla rete internet.
Questo sistema, presente in tutti i telefoni europei, va attivato attraverso un atto di normazione di carattere secondario da parte dei ministeri competenti". E' quanto si legge in un'interrogazione parlamentare depositata dal deputato Alessandro Amitrano (M5S) indirizzata ai ministri dello Sviluppo economico e della Salute.
"La morte del giovane turista francese Simon Gautier, precipitato durante un'escursione da un dirupo sui monti del Cilento e ritrovato dopo nove giorni dalla sua richiesta di soccorso - ha aggiunto il parlamentare - ha riportato all'attenzione dell'opinione pubblica la mancata attuazione, nel nostro Paese, del sistema di geolocalizzazione delle chiamate di emergenza. Un autentico 'sistema salvavita' che va al più presto attivato in Italia, superando finalmente tutti gli ostacoli di ordine burocratico e tecnico".

20-05-2020 17:55:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA