MARTEDÌ 24 MAGGIO 2022




Il fatto

Ucciso dai rapinatori 4 indagati, la vedova: 'Passo verso la giustizia'

La famiglia Morione sulla svolta delle indagini

di Redazione
Ucciso dai rapinatori 4 indagati, la vedova: 'Passo verso la giustizia'

"Un primo passo verso la giustizia". Questa mattina in tanti si sono diretti alla pescheria "Il Delfino" in via Giovanni della Rocca a Boscoreale per portare il loro messaggio a Maria e Teddy, vedova e figlio di Antonio Morione.

La Procura di Torre Annunziata ha infatti iscritto nel registro degli indagati quattro persone, sospettato di aver preso parte alla rapina dello scorso 23 dicembre nella quale perse lav ita il commerciante. Quest'ultimo fu colpito a morte soltanto per aver provato a difendere l'incasso della serata.

Ad essere indagati sono Giuseppe Vangone, 30 anni, il cui padre è un boss.  Angelo Palumbo, 33 anni; Francesco Acunzo, 30; Luigi Di Napoli, 42 anni, quest'ultimo figliastro del boss Andrea Vangone e già in carcere per essere accusato (insieme ad un diciottenne) di stare organizzando l'omicidio del suo avvocato, reo - secondo Di Napoli - di non avere programmato una corretta difesa in merito ad altri processi nel quale il quarantaduenne è coinvolto.

Da ciò che si apprende, i carabinieri avrebbero anche perquisito la casa del boss settantenne Giovanni Antonio Vangone, che però non risulta indagato per l'omicidio del pescivendolo. Durante le attività, sono stati portati via in particolare supporti elettronici, come cellulari, tablet e computer.

La famiglia Morione ha appreso la notizia della prima vera svolta delle indagini dai giornali. Dall'inizio del loro incubo hanno sempre tenuto un profilo basso. E anche questa volta hanno deciso di proseguire su tale linea.

"E' stato compiuto primo passo verso la giustizia -ha affermato la vedova- Mio marito merita che sia fatta piena luce sulla sua tragica fine. Siamo soddisfatti per il lavoro che stanno svolgendo i carabinieri. Noi siamo nelle loro mani e non possiamo fare altro che sperare nel loro lavoro. Sappiamo che la strada è ancora lunga. Ma noi non finiremo mai di onorare la memoria di Antonio".


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

30-04-2022 20:29:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA