MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Il fatto

Ucciso per difendere la figlia, il piano del branco in chat e telefonate

Domani l'esame dei telefoni dei fratelli Scaramella, Cirillo e Venditto

di Redazione
Ucciso per difendere la figlia, il piano del branco in chat e telefonate

Conversazioni e chat. Nei cellulari dei quattro del branco tutta la verità sul piano dell'agguato, che ha ucciso un uomo arrivato in soccorso della figlia. Gli inquirenti stanno esaminando i cellulari dei quattro arrestati che hanno pestato e accoltellato Maurizio Cerrato. Un omicidio efferato per portare alle estreme conseguenze un litigio cominciato per un parcheggio, che ha indotto il giudice per le indagini preliminari a confermare il carcere per Giorgio e Domenico Scaramella, Antonio Venditto e Antonio Cirillo. Le indagini proseguono in maniera spedita. Sebbene i quattro abbiano compiuto il delitto, avvenuto “solo per un parcheggio violato”, secondo il giudice non ci sono stati elementi tali da poter ipotizzare che il branco ha avuto in animo l’intenzione di uccidere. Esclusa, quindi, l’aggravante della premeditazione. Fissati per domani pomeriggio accertamenti tecnici sui cellulari del branco. Da questo esame si avrà un riscontro alle testimonianze incrociate dei quattro che hanno ammesso la loro presenza nel garage. Tutti tranne Antonio Venditto, genero di Giorgio Scaramella. Il ragazzo, secondo il racconto fornito dalla figlia della vittima, ha partecipato all’omicidio e avrebbe anche aiutato Maria Adriana a caricare in auto Cerrato dopo essere stato ferito a morte con un coltello. A rinforzare la tesi della ragazza, le dichiarazioni spontanee rese da Giorgio e Domenico Scaramella, che indicano Venditto tra i presenti. Il ragazzo invece ha detto di non aver partecipato alla spedizione punitiva. La perizia sui cellulari servirà anche a verificare le dichiarazioni fornite agli inquirenti.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

26-04-2021 22:29:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA