MERCOLEDÌ 30 NOVEMBRE 2022




Il fatto

Ucciso per un parcheggio, la figlia: 'Morto per difendere me'

Maurizio Cerrato, 61 anni, vittima dell'aggressione feroce

di Redazione
Ucciso per un parcheggio, la figlia: 'Morto per difendere me'

È intervenuto per difendere la figlia e per questo ha pagato con la vita Maurizio Cerrato, l'uomo di 61 anni ucciso ieri sera. Stava cambiando le ruote all'auto della ragazza, squarciate per avere parcheggiato nel posto sbagliato, poi l'aggressore ha cominciato a colpire la vittima con un cric e ha poi inferto la coltellata mortale. La vittima sarebbe stata poi gettata sul cofano dell’auto. In fuga l'aggressore che risulta al momento irreperibile e che viene ricercato dai carabinieri. A intervenire sull'episodio è la stessa figlia dell'uomo, Maria Adriana Cerrato, con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook: ''Ci tengo a precisare - scrive - che non è corretto dire che mio padre è morto in una lite. A mio padre è stato fatto un agguato in piena regola, solo per difendere me, che ero la luce dei suoi occhi. Mio padre è stato pugnalato e con questa gente non aveva mai avuto a che fare''.
Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

20-04-2021 10:21:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA