VENERDÌ 03 FEBBRAIO 2023




Il fatto

Ucciso per uno sguardo, gogna social per i due quindicenni: minacce su Tik Tok

Identificati tramite video e foto

di Redazione
Ucciso per uno sguardo, gogna social per i due quindicenni: minacce su Tik Tok

Hanno colpito per sette volte al cuore.
La rabbia per la morte di Giovanni Guarino provoca reazioni anche sui social. Uno dei due baby killer di Torre Annunziata è stato riconosciuto da alcuni utenti, che hanno cominciato a tempestare il suo profilo con messaggi di condanna nei suoi confronti.
Sono varie le foto di uno dei due fermati per l’omicidio di sabato sera in via Nazionale, nella zona di Leopardi a Torre del Greco, che sono state prese di mira dagli utenti del famoso social network.

Il passaparola sull’identità del 15enne è stato davvero molto veloce. Tanto che i commenti e gli insulti sono diventati in un attimo più di un centinaio.

I due quindicenni fermati per l'omicidio di Giovanni Guarino erano già entrambi segnalati per episodi di violenza. 
Nelle famiglie dei ragazzini di Torre Annunziata pregiudicati ritenuti vicini agli ambienti del clan Gallo-Cavalieri.
Ma già guardando su TikTok i due ragazzini sfoggiano video in cui girano armati di pistole. E non solo si fanno riprendere da amici mentre contano soldi, inveiscono contro gli «infami». Si ubriacano durante feste.  Gomorra. Comportamenti e pensieri («Papà stai tranquillo tuo figlio nessuno lo batte», scrive uno di loro, e certo non si riferisce a imprese scolastiche) che completano profili di ragazzi già a forte rischio. Il papà di uno dei due è ai domiciliari per spaccio di droga, mentre lo zio del presunto assassino è ritenuto un affiliato di spicco del clan.


Per ricevere le notizie direttamente su WhatsApp, memorizza il numero 327 982 50 60 e invia il messaggio "START" per procedere

13-04-2022 18:33:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA