GIOVEDÌ 28 OTTOBRE 2021




serie A

Un Napoli convalescente batte 2 - 0 senza brillare il Verona

Ancora turnover per Ancelotti, che schiera Insigne seconda punta in un'inedito 4-4-2

di Nicola Vanacore
Un Napoli convalescente batte 2 - 0 senza brillare il Verona

Patrita noiosa al San Paolo, dove un Napoli ancora alla ricerca di una chiara identità, porta a casa un successo che muove la classifica ma non convince sul piano del gioco che porta Insigne a giocare come seconda punta nel nuovo 4-4-2 ridisegnato da Ancelotti rispetto ai precedenti moduli visti finor,a e ancora turnover in vista della gara di Champions contro il Salisburgo.
Gioca meglio il Verona nella prima mezz’ora e solo un grande Meret riesce ed evitare di andare sotto, poi Milik si ricorda di essere un goleador e alla prima occasione la mette dentro da vero centravanti.
Le squadre vanno al riposo con gli azzurri in vantaggio, ma il gioco e la squadra visti contro Liverpool e Lecce sono un  pallido ricordo.
Secondo tempo fotocopia del primo, fino alla seconda rete di Milik che anche in questo caso si fa trovate puntuale per metterla nel sacco allo spalle di Silvestri da vero funambolo del pallone.
Girandola di cambio e spazio negli ultimi 15 minuti anche per Mertens, che trova la giocata classica del suo repertorio fermata solo dai legni della porta veronese. Peccato perchè fosse andata in rete, il San Paolo sarebbe esploso di gioia visto che Ciruzzo è solo ad una rete da un certo Diego Armando Maradona.

Il tabellino:

NAPOLI – HELLAS VERONA 2 – 0

Napoli (4-4-2) allenatore Ancelotti:
Meret; Malcuit, Manolas, Koulibaly, Di Lorenzo; Callejon, Allan, Fabian, Younes (64′ Zielinski); Insigne (75′ Mertens), Milik (81′ Llorente).
Hellas Verona (3-4-1-2) allenatore Juric:
Silvestri; Rrhamani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat (80′ Tutino), Veloso, Lazovic; Zaccagni (52′ Salcedo), Pessina; Stepinski (60′ Di Carmine).

Arbitro: Piccinini
Reti: 37′, 67′ Milik
Ammoniti: Koulibaly, Zielinski e Mertens (N), Lazovic, Gunter e Faraoni (V)

19-10-2019 21:41:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA