LUNEDÌ 29 NOVEMBRE 2021




Il fatto

Vesuvio in fiamme, altra notte di inferno. Il presidente del Parco: "Troppi errori, non ce la facciamo più"

Il sindaco Capasso: "Anche in queste ore, sbagliato mandare indietro i Canadair francesi"

di Redazione
Vesuvio in fiamme, altra notte di inferno. Il presidente del Parco:

"Da presidente della Comunità del Parco del Vesuvio mi sento di dire, a nome di tutti i sindaci: non ce la facciamo più. Qui c'è una emergenza nazionale ma nessuno vuole riconoscerlo. Non solo: sono stati commessi errori di valutazione anche in queste ore, come ad esempio aver mandato i canadair francesi indietro". Così Luca Capasso, sindaco di Ottaviano e presidente della Comunità del Parco Vesuvio, commenta la situazione creata dai roghi sul territorio. E’ stata un’altra notte difficile per tanti comuni e per gli abitanti che hanno visto tornare le fiamme vicino alle case, come avviene da giorni. Roghi che si erano attenuati ma sono tornati a divampare ieri, a causa del forte vento. Notte di intenso lavoro per squadre a terra e Canadair impegnati nello spegnimento degli incendi in Campania. Ieri mattina si è registrata la ripresa di un focolaio in località Montedoro a Torre del Greco ancora in atto e definita 'problematica' per la presenza di venti settentrionali forti che, a tratti, hanno impedito agli elicotteri di alzarsi in volo. Per questo motivo sono entrati in azione tre Canadair nazionali insieme a squadre da terra. Alcune abitazioni, si apprende, sono state evacuate a causa dell'avanzare delle fiamme. Sui territori di Terzigno e San Giuseppe Vesuviano si registrano criticità, in particolare nel 'Vallone della Profica' dove è ripreso il focolaio d'incendio a causa del rinforzo dei venti e si lavora anche a Sant'Anastasia e Gragnano. Spento l'incendio a Barano di Ischia.
A preoccupare, in queste ore, sono le fiamme sulla riserva naturale dello Stato nel cratere degli Astroni, Oasi Wwf, che sembrava domato ma stamattina ha riacquistato vigore. Gli elicotteri hanno ripreso ad operare incontrando difficoltà a causa del forte vento. Per queste ragioni, fa sapere il Wwf, è stato richiesto l'intervento di un Canadair inviato da Lamezia Terme. Sulle fiamme è stato inviato anche un elicottero più potente, meno sensibile al vento.
Sempre a Torre del Greco, un incendio è in atto in viale del Commercio, ai confini con Ercolano. Sul posto, dove è presente un distributore di carburante, stanno operando i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale. 

17-07-2017 10:54:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA