LUNEDÌ 09 DICEMBRE 2019
La proposta

Vesuvio in fiamme, Scala a De Luca: "Investimenti per difendere il vulcano, una risorsa economica per la Campania"

Il segretario di Sel chiede l'approvazione della legge ferma da sette anni

di redazione
Vesuvio in fiamme, Scala a De Luca:

Tonino Scala si rivolge al governatore De Luca: “Approva la legge sugli ecoreati ferma da 7 anni”. È tempo di bilanci dopo 3 giorni di fuoco che hanno visto il Vesuvio bruciare. “Più di ventimila ettari di bosco andati in fumo in un territorio economicamente produttivo, dove l'agricoltura d'eccellenza è ricchezza e sviluppo: dai vigneti al pomodorino del piennolo per non parlare dell'indotto nel campo della ristorazione” fa i conti il segretario regionale di Sel, dopo il devastante incendio sul Vesuvio. “Un danno ambientale ed economico senza precedenti che in una terra già precaria è un  colpo mortale. Non è ancora chiara la dinamica e chi abbia appiccato il fuoco, da domani bisognerà fare i conti con i danni ambientali di una terra che ha già subito nel corso degli ultimi 30 anni. Prima le discariche della camorra, poi quelle dello Stato, poi il cemento ed oggi la follia umana che prova a distruggere il più grande polmone che ha la provincia di Napoli” è preoccupato Tonino Scala per le conseguenze dei tre giorni di roghi sull’economia locale. “Un plauso va hai tanti lavoratori che alacremente in queste ore stanno lavorando per ridare una normalità ad una terra che ha bisogno di tranquillità. Non si può pensare alla questione incendi solo ed esclusivamente come emergenza, servono investimenti seri per prevenire fenomeni oramai ordinari”. Poi la richiesta a De Luca: “Ferma in regione da più di 7 anni, una legge sugli ecoreati già approvata dalla Commissione anticamorra sotto la mia presidenza,  andrebbe rispolverata aggiornata e approvata. Non è solo con le leggi che si risolvono i problemi, ma quella in oggetto potrebbe dare un contributo in positivo”. Finanziamenti ad una risorsa per garantire lo sviluppo occupazionale: “Servono investimenti seri, certi e duraturi anche sul futuro della SMA Campania una società regionale che in questi anni ha dimostrato grande professionalità. Va ripreso, di concerto con le associazioni e comitati locali una programmazione serie delle Guardie Ambientali, al posto di finanziamenti inutili che creano aspettative ai giovani di questo lembo dimenticato, potrebbero essere creati posti di lavoro per manutenere un territorio unico al mondo. Ciò creerebbe ricchezza e salvaguarderebbe salute e economia. Insomma servono idee chiare e investimenti giusti per evitare l'ennesimo disastro in una zona che di disastri ne ha vissuti già tanti”.

23-07-2016 08:35:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO