SABATO 27 FEBBRAIO 2021




Castellammare

Vicinanza a sostegno di Vozza: "E' lui oggi a rappresentare la rottura degli schemi"

Il direttore dell'Espresso ha chiesto "un Municipio pulito", il candidato a sindaco: "Noi abbiamo mandato liste all'Antimafia, gli altri non possono"

di Redazione
Vicinanza a sostegno di Vozza:

“Un municipio pulito” chiede Vicinanza. “Noi le nostre liste le abbiamo mandate all’Antimafia, le altre coalizioni non possono fare lo stesso” rivendica con orgoglio Vozza. Un dialogo a due voci per il futuro di Castellammare. Centinaia di persone, sabato ieri all’Hotel Miramare, hanno applaudito l’intervento di Luigi Vicinanza, stabiese, direttore del settimanale L’Espresso, che con Salvatore Vozza, candidato a sindaco della coalizione #perCastellammare e con la candidata Lidia Vicinanza, ha parlato delle imminenti elezioni, del passato e del futuro della città. Arrivato a Castellammare per sostenere la candidatura di Vozza, Vicinanza non ha nascosto che si è sempre trattato di un legame anche complicato: “Abbiamo più volte litigato, può sembrare un paradosso ma Vozza oggi rappresenta la rottura di vecchi schemi”.  Legalità in primo piano: “E’ chiaro – ha dichiarato Vicinanza che se c’è un municipio pulito diventa più facile parlare di legalità. E la legalità rappresenta ancora una volta una premessa senza la quale non esiste la politica”. Salvatore Vozza ha ricordato come “la mia coalizione sia stata l’unica ad aver inviato le proprie liste alla Commissione Parlamentare dell’onorevole Bindi. Gli altri non lo hanno fatto, ma perché davvero non potevano farlo con le liste che hanno messo in campo”. Poi un ricordo da parte del Direttore Luigi Vicinanza del rapporto con Vozza sindaco di Castellammare: “Ricordo che litigammo quando si rifece la calcina. Io ritenevo che dovesse venire un albergo diverso da quello che stava venendo fuori. Salvatore mi spiegava invece che con i vincoli della Soprintendenza non si poteva fare nulla. Oggi posso dire che in quest’area ci sono un albergo che ha recuperato una struttura abbandonata e un porto turistico di prim’ordine. A Bagnoli sono anni che ancora aspettano” le parole del Direttore de L’Espresso. Cui ha fatto eco Salvatore Vozza: “Noi siamo in campo perché abbiamo la consapevolezza di poter governare questa città e di saperlo fare. Abbiamo una squadra giovane e, se dovessimo vincere, manderemmo in consiglio comunale un gruppo di giovani. Questa città deve avere la forza di mandare il Pd e il centrodestra all’opposizione”. Poi un passaggio importante sulla cultura. La coalizione di Salvatore Vozza ha, infatti, sottoscritto un Patto per la Cultura. “La cultura – ha dichiarato Vicinanza – è un valore immateriale che ha sempre fatto della storia di Castellammare”. Vicinanza parla anche della sinistra, del vuoto di rappresentanza e di un Pd che non è un vero partito: “Un giorno con un mio collega abbiamo fatto un gioco, dovevamo ricordare i nomi di tre parlamentari del Pd. Nessuno dei due è arrivato a tre”.  

22-05-2016 16:11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA