MERCOLEDÌ 08 LUGLIO 2020
Castellammare

Video e foto denuncia, gli stabiesi si organizzano in comitati: "Stanchi di essere abbandonati"

Dal Cmi a Ponte Persica ci si mobilita, al centro volontari per pulire le piazze

di Redazione
Video e foto denuncia, gli stabiesi si organizzano in comitati:

Un video che riprende cumuli di spazzatura abbandonati a via Meucci. Sacchi neri pieni di rifiuti lasciati in pieno giorno ai margini di un passaggio a livello, lungo la strada che dovrebbe diventare il biglietto da visita di Castellammare con il porto Marina di Stabia. Per denunciare un cittadino fotografa tutto e posta sulla pagina Fb del Comitato di quartiere dei Cantieri metallurgici. Sentinelle in ogni zona di Castellammare. Stabiesi stanchi di convivere con l’immondizia e il degrado. Dove spesso già si vive in palazzine fatte di cartapesta, pronte ad allagarsi alle prime piogge. C’è chi scende per strada a pulire e chi denuncia. Nel centro, attorno alla Basilio Cecchi, si sono anche regalati le magliette i volontari che puliscono il piazzale davanti alla scuola. Ma soprattutto ci si organizza. Nascono così i comitati di quartiere. Dal centro antico alla periferia opposta di Castellammare. L’idea è sempre la stessa, non stare a guardare, mobilitarsi. E in qualche caso si prova anche a mettersi insieme. Come è accaduto nei giorni scorsi con la costituzione del comitato "Quartieri Uniti", nato per rappresentare i quartieri di Ponte Persica - che comprende anche via Pozzillo - Schito e Fondo d'Orto. "Il comitato è nato dall'idea di un consistente gruppo di cittadini che vivono e lavorano in questi quartieri, realtà sempre più abbandonate dalle amministrazioni comunali che si sono susseguite negli anni. Il nostro obiettivo - spiegano gli organizzatori del comitato - è quello di raccogliere i problemi che affliggono questa parte della periferia ed impegnarci affinché chi di dovere intervenga per risolverli”. Nella periferia Nord della città, dove spesso i problemi si amplificano, lontano da sindaco e assessori. “Per questo motivo ci appelliamo a chiunque abbia intenzione di contribuire attivamente alla realizzazione di questo progetto. Intendiamo rivolgere, pertanto, un invito agli abitanti del quartiere, ma anche al Sindaco, agli assessori, ai consiglieri comunali di periferia e ai rappresentanti delle istituzioni, affinché possano unirsi al nostro comitato ed interessarsi ai problemi di una periferia sempre più abbandonata e degradata. Siamo pronti ad accogliere nel nostro comitato di quartiere chiunque abbia intenzione di fare l'interesse dei cittadini che vi vivono”. Intanto portato a battesimo il progetto, i promotori pensano di andare avanti dandosi anche una struttura organizzativa. “Nei prossimi giorni saranno resi noti i nomi dei nostri rappresentati, scelti, come tutti gli appartenenti al Comitato, tra persone serie e competenti."

02-08-2016 17:36:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA