SABATO 22 GENNAIO 2022




Castellammare

Vincenzo Amato esce di scena, tutti volti nuovi per la candidatura a sindaco in casa Cinquestelle

Avanza il nome del dentista Alberto Cataldo, gli iscritti possono presentarsi entro mercoledì

di Redazione
Vincenzo Amato esce di scena, tutti volti nuovi per la candidatura a sindaco in casa Cinquestelle

Vincenzo Amato esce di scena. Sarà un volto nuovo a portare la bandiera dei Cinquestelle provando ad entrare nel comune di Castellammare dal portone principale. Gli iscritti che vogliono candidarsi a sindaco hanno di tempo fino a mercoledì per presentarsi e sottoporsi alle domande degli attivisti, nel rituale che i grillini definiscono della "graticola". In attesa di sapere quanti ci proveranno si fa più consistente la possibilità che tra gli sfidanti ci sia il dentista Alberto Cataldo. Cinquestelle della prima ora, con la passione per la politica e la filosofia, Cataldo fino ad oggi ha svolto sempre il ruolo di regista del Movimento. Tra i più intransigenti adepti di Grillo, non ha fatto mistero di disapprovare i metodi usati nella candidatura alla Camera di Lello Vitiello, ben prima che l'avvocato stabiese venisse ripudiato direttamente da Di Maio per la sua iscrizione alla massoneria. In questo giro potrebbe essere Cataldo uno dei protagonisti della sfida che i Cinquestelle intendono sferrare a centrodestra e Pd, incassando il risultato che li vede in ascesa alle politiche di marzo e le difficoltà che lo scioglimento del consiglio comunale ha lasciato nelle due coalizioni tradizionali. Al contrario degli altri schieramenti, i grillini bruciano le tappe e tra una settimana il Movimento, nato nella rete, avrà già il suo aspirante alla poltrona lasciata vuota da Pannullo, mandato a casa da un pezzo della sua maggioranza a soli 18 mesi dalla vittoria. Si vota domenica prossima per designare l'aspirante sindaco, come ha deciso l'assemblea, bocciando la proposta di Amato e dell'altro ex consigliere Mara Murino di istituire un comitato che potesse valutare le diverse candidature. Un tentativo fallito come spiega oggi lo stesso Amato a Metropolis, che segna il tramonto di una leadrship già provata in questi anni. E quindi sarà battaglia all'ultimo voto tra i candidati dopo avere superato la prova della "graticola" cercando di conquistare i consensi necessari per cominciare la campagna elettorale tagliando il primo traguardo a tavolino: quello di essere i primi a presentare il proprio candidato a sindaco agli stabiesi. 

18-02-2018 17:30:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA