MARTEDÌ 11 AGOSTO 2020
Il caso a San Giorgio

Violentata nella Circum, libertà lampo per due dei tre ragazzi accusati di stupro

Il vicepremier Di Maio: "E' una vergogna, possono andare in giro a fare i cavoli propri"

di Redazione
Violentata nella Circum, libertà lampo per due dei tre ragazzi accusati di stupro

Accusati di avere violentato una ragazza sono liberi dopo meno di due settimane. Il Tribunale del Riesame di Napoli ha disposto la scarcerazione di un altro dei presunti aggressori della 24enne di Portici che sarebbe stata violentata nel vano dell'ascensore della stazione Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano. Si tratta di Antonio Cozzolino, 19 anni, difeso dall'avvocato Antonio De Santis. Venerdì scorso un'altra sezione del Riesame aveva scarcerato il 18enne Alessandro Sbrescia, difeso dall'avvocato Edoardo Izzo. Eppure secondo una recente visita, erano emersi segni di violenza sulla donna. dei presunti stupratori della giovane violentata a inizio marzo in un ascensore della Circumvesuviana sono stati scarcerati e sono tornati in libertà.
Sul caso interviene il vicepremier Di Maio: "Proprio oggi c'è stata la seconda scarcerazione, disposta dal Tribunale del Riesame. Ora, non sta a me entrare nel merito della decisione presa, ma permettetemi di dire che è una vergogna che, a poche settimane dalla violenza, due di quei tre delinquenti siano già liberi di andarsene in giro a farsi i cavoli propri." 
Il leader dei Cinquestelle usa Fb per dire la sua: "L'impatto psicologico deve essere stato devastante e chi dovrebbe pagare viene rimesso in libertà? Io una cosa del genere non posso accettarla. È evidente che c'è qualcosa che non va in questo Paese. Chi compie uno stupro, per quanto mi riguarda, deve passare il resto dei suoi giorni in carcere! Ognuno ha diritto di difendersi, lo prevede il nostro ordinamento giuridico, ma chi è accusato di violenza sessuale contro una donna deve poterlo fare dal carcere".

28-03-2019 12:33:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA