Home » Assicurazione, da ora costerà solo 100€: il governo ha deciso | Non spendi più niente

Assicurazione, da ora costerà solo 100€: il governo ha deciso | Non spendi più niente

Assicurazione a 100 euro (corporate+) - ilcorrierino.com
Assicurazione a 100 euro (corporate+) – ilcorrierino.com

Una buona notizia per tutti gli automobilisti, la decisione presa dal Governo vigente vi farà risparmiare tantissimo sull’RC auto.

Tra le spese che è necessario sostenere per circolare in auto ci sono il bollo (ovvero la tassa di circolazione), il costo della revisione obbligatoria, il costo del carburante e, ovviamente, la spesa da affrontare per avere una assicurazione, documento che è diventato da molti anni obbligatorio avere in associazione alla propria vettura.

Questo tipo di spese obbligatorie sono state imposte dallo stato per garantire il più possibile la sicurezza di quanti percorrono la strada e, nel caso dell’assicurazione, per prevenire la possibilità che chi ha subito il danno non riceva risarcimento o indennizzo che sia.

I cittadini italiani, però, sono saturi: son già moltissime le tasse da pagare sui redditi così come sulle proprietà (Imu), e le tante spese legare all’auto, nella maggior parte dei casi necessaria per recarsi presso il proprio luogo di lavoro, non fanno altro che affossare ancora di più le famiglie in difficoltà.

Forse dopo una presa di coscienza, il Governo ha approvato una misura che va a ridurre di parecchio il costo dell’assicurazione auto: ecco in quali casi è possibile applicarla, ci sono alcuni requisiti che è necessario rispettare e l’importo del risparmio dipende dal proprio reddito annuale.

Le modifiche alla legge fiscale sulla detrazione

Non tutti ricordano che fino al 2014 era possibile portare in detrazione parte della spesa relativa all’assicurazione, nello specifico quella relativa alla copertura del servizio sanitario nazionale.

Sfortunatamente dal 2014 è stata abolita la possibilità di aggiungere l’assicurazione all’interno delle spese della dichiarazione dei redditi, con grande insoddisfazione dei cittadini: eppure alcuni possono ancora beneficiare della legge abolita grazie ad alcune deroghe, ecco in quali casi.

RC Auto (corporate+) - ilcorrierino.com
RC Auto (corporate+) – ilcorrierino.com

Detrazione fiscale per rc auto: le deroghe previste

Si può portare in detrazione l’assicurazione, sì, ma solamente per quanto riguarda le spese legate a polizze accessorie, e non solo. Infatti, il massimo della somma che è possibile detrarre è piuttosto bassa, infatti si tratta di 100,70 euro, che corrisponde al 19% dell’importo, ma non solo, ci sono altre limitazioni in merito a questa possibilità.

Il contribuente, invece, deve avere un reddito annuale che non superi i 120.000 euro per poter avere un risparmio che raggiunga i 100,70 euro: l’importo massimo della detrazione diminuisce in maniera progressiva fino a essere zero per i redditi che superano i 240.000 euro.