Home » Pagamento in contanti, da oggi scatta il divieto: questa cosa puoi pagarla solo col bancomat | Cittadini infuriati

Pagamento in contanti, da oggi scatta il divieto: questa cosa puoi pagarla solo col bancomat | Cittadini infuriati

Contanti esclusi per alcuni pagamenti
Donna con in mano banconote in euro e bancomat (Depositphotos) Ilcorrierino.com

Novità sul fronte pagamenti: pare che, da oggi, non potrai più pagare tutto quello che desideri con i contanti, servirà il bancomat.

Il bancomat, sotto moltissimi punti di vista, è stato una sorta di rivoluzione nel campo dei pagamenti. Questa carta, strettamente personale, permette di essere ricaricata con il denaro che vogliamo e di essere sfruttata per diversi servizi.

Tuttavia, sono sempre di più i tentativi di truffa che vengono messi in atto dai furbetti, che tentano di clonare queste carte, accedendo ai conti del malcapitati. Bisogna, dunque, fare sempre attenzione quando si acquista qualcosa e si paga con il bancomat, che sia online o che sia in un negozio fisico.

Nonostante questo, però, il bancomat è una vera comodità, perché ci permette di circolare senza contanti e di pagare quanto e dove vogliamo. Ma, c’è anche chi non ama questo genere di pagamenti e rimane fedele alla cara e vecchia banconota. Ecco, per questi ci sono delle spiacevoli notizie, perché è stato imposto un divieto che non consentirà più l’utilizzo dei contanti, ma solo del bancomat, per una determinata spesa. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Un limite di contanti

Avere un bel gruzzoletto e girarci tranquillamente in città non dovrebbe essere un problema, eppure sono sono state imposte delle regole al riguardo. Avere dei soldi da parte, in contanti, non sarebbe affatto strano, perché la cifra potrebbe essere stata raggiunta dopo mesi e mesi, risparmiando una piccolissima somma al giorno. Dopo aver raggiunto un valore sostanzioso, pari a 5.000 euro o più, si deve pensare a cosa farne di questi soldi, perché depositarli in banca desterebbe il sospetto del Fisco.

Tuttavia, si potrebbero correre dei rischi anche mettendo tutto il denaro nel portafoglio, per andare ad acquistare, ad esempio, un elettrodomestico o un oggetto di valore. Questo, perché con i risparmi in contante non ci sono delle prove sulla provenienza della somma. Non esistono, però, delle leggi che impongono limiti o regole sui soldi da tenere in tasca.

Banconote e monete in euro
Banconote e monete in euro (Depositphotos) Ilcorrierino.com

Rispettare la normativa

Se vuoi evitare di avere problemi con questo genere di cose, ti consigliamo di rispettare la normativa e non oltrepassare il limite di contanti previsto. Dovresti, dunque, spendere meno di 6.000 euro in un’unica spesa.

Così facendo, non desterai alcun tipo di sospetto e non sarai costretto a dover pagare con il bancomat, unico modo per tracciare entrate e uscite di denaro.